Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

Lestetica del trash

4 gennaio 2006 - Author: velenero - 1 commento

dressedMi è capitato di vedere un film in cui, prima dei titoli di testa, compare una scritta che avverte:

"non esiste il trash come genere cinematografico…
esiste un particolare e disinvolto modo di girare film molto in voga nel passato…
ingenuo e affascinante allo stesso tempo.
Io ho voluto omaggiare proprio quel modo di fare cinema.
"

…e in calce il nome del regista.

Vorrei ricordare a tutti quei signori (registi, critici, semplici appassionati) che si riempiono la bocca con la parola trash, che questo neologismo è stato coniato per definire in maniera dispregiativa un film come Vestito per uccidere (1980) di Brian De Palma; perciò sarebbe il caso di usarla con più parsimonia questa parolina che tanto va di moda da qualche anno a questa parte.

Inoltre, bisogna prendere atto che anche il peggior film girato in pellicola ha una resa qualitativa maggiore di buona parte dei film girati in video che nascondono le proprie carenze (tecniche, estetiche o creative) dietro la parola trash.

Categories: costumi

Discussion (1 commento)

  1. Il trash, sfortunatamente, è morto.Se si intende come emulazione fallita di un modello alto, non esiste più. (v. T.Labranca).Anche il trash è stato assorbito dalla società dei consumi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>