Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

Il delay di lei #2

6 giugno 2007 - Author: velenero - 11 commenti

Delay

Leggi la prima parte.

Dopo aver illustrato il “delay di lei” nella sua forma innocua, passiamo ad analizzarne la forma apocalittica.

Stavolta lei vive nella tua stessa città; nonostante ognuno dei due continui a mantenere una casa propria, si potrebbe parlare di quasi convivenza.

Ricevete un invito a cena da parte di amici e/o colleghi di lei; tu sai (perché lei te l’ha lasciato intendere) che ci tiene parecchio a questa serata ed ha un’alta considerazione dei convitati, quindi ti metti d’impegno per essere presentabile, cordiale e discreto.

La cena scorre fluida come un vino liquoroso; il cibo è buono ed i commensali impegnativi, ma tutto sommato gradevoli; le conversazioni leggere si alternano a quelle più difficoltose: si parla di letteratura cheap, di massimi sistemi, del nuovo cinema messicano, del bene e del male, di quel dj italiano che spopola in tutta Europa e che in patria non si fila nessuno… duttile come un metallo nobile, tu riesci, con pertinenza, a dire la tua in ogni contesto, evitando però di monopolizzare la serata tenendo banco come un cabarettista.

La cena finisce; siete in macchina, state tornando a casa… hai una strana sensazione… lei sembra vagamente incupita… forse ha bevuto troppo… decidi di tastare il terreno con una domanda stronza…

“Ma quanto era buona la torta di Marisa…?”

Lei risponde con un mugugno.

Non è semplicemente incupita… è incazzata… e sta per esplodere… e non c’è nulla che tu possa fare per evitare tutto ciò…e puoi solo sperare di limitare i danni, cercando di capire più in fretta possibile il motivo per cui è incazzata…

Forse a lei la torta di Marisa è sembrata una merda…

Forse è incazzata perché durante la cena non sei stato abbastanza socievole… o forse perché lo sei stato troppo… ma no, hai evitato accuratamente di essere esuberante o di fare troppo il simpatico…

Uhm… possibile che sia incazzata perché, mentre passavi un piatto da portata alla tipa che stava seduta a fianco a te, ti è cascato l’occhio nella sua generosa scollatura?

Tu sei lì che continui ad ipotizzare, mentre lei esplode… comincia ad usare un tono di voce che è almeno due ottave più alto rispetto al suo solito… pronuncia frasi sconnesse con tono lagnoso…

Perché tu poi fai sempre così… come quando ero bambina che mia madre dava sempre ragione a mia sorella e non a me… e io sto zitta, però ci sono dei momenti che proprio non ci riesco a stare zitta…

…e tu sei lì che ti sforzi di capire di cosa cazzo sta parlando.

Quando finalmente (dopo 15 minuti di orologio) le deflagrazioni sono terminate, capisci che faceva riferimento a quella volta in cui eravate ad una serata organizzata da amici tuoi e lei si stava annoiando e ti aveva chiesto di accompagnarla a casa e tu avevi voluto accontentarla… ecco, non avresti dovuto… invece di constringerla a rimanere, avevi preferito farle fare la figura della bambina viziata.

Al di là del tasso di delirio di tutto questo ragionamento, la cosa più preoccupante è che l’episodio a cui lei fa riferimento risale ad almeno sei mesi prima… tu lo consideravi risolto ed archiviato… lei no… aveva registrato il suono in ingresso per riprodurlo con un determinato ritardo temporale.

Dopo la tempesta torna finalmente il sereno… e dopo qualche giorno tu ti sarai già scordato di quel momento di sbrocco che lei ha avuto in macchina… e anche lei se ne sarà scordata…

Ma, dopo circa sei mesi, lei ti rinfaccerà di quella volta che eravate a cena da amici suoi e tu hai passato tutta la serata a fissare la scollatura di quella sciacquetta dell’amica di Enrico…

Categories: civitas, costumi, maschilismo

Discussion (11 commenti)

  1. by Spora

    Qua siamo a casi patologici, però.
    Scusa, neh.

    Eppoi spezzo una lancia in favore delle femmine, e spero ti faccia riflettere:
    Una donna acida è acida non perché non viene impollinata, ma perché viene impollinata male.

    Diamo inizio alle danze senza nessun riferimento idraulico nei tuoi confronti, ovviamente.

  2. by ila

    senti, ma che cazzo di tipe hai conosciuto fino ad ora?
    forse manco sor’ma…
    appoggio in toto la storia dell’impollinamento, cara Spora,
    metafora azzeccccatissima…
    yours

  3. by velenero

    @spora: noi ci conosciamo da poco, quindi ancora non sai che io sono famoso per essere irrimediabilmente attratto dai casi patologici (il mio motto è: quelle normali mi annoiano)

    @ila: guarda che tua sorella è una portatrice del delay di lei e lo sai benissimo… non per nulla ha ispirato (anche se in minima parte) questo post… ma evitiamo di farglielo sapere, ok? :)

  4. by Spora

    Hm…e allora di cosa ti lamenti?

    Vicious….

  5. by ila

    figurati…e comunque se sei interessato te la presento…poi puoi scrivere un masterpiece sui delay…

  6. by *rain*

    E’ fantastico. Perchè hai pure ragione, e se posso dirlo, io odio quando succedono queste cose. Io faccio così, molto più semplicemente: se sono incazzata,lo mostro subito. Subito, che non son capace di fingere. Ah,sì,sono proprio una donnina da sposare.

  7. by tengi

    Sono assolutamente d’accordo con lei. L’effetto delay è dato dall’accumulo di quel ritardo di sei mesi iniziale, in cui nessuno rimprovera nulla all’altro perchè si pensa solo al sesso. Passati i sei mesi, ecco che riaffiorano le pecche, accuratamente annotate.
    Lei è una grande, e tu sei spacciato.
    Ah, consolati, siamo quasi tutte così!
    Baci
    Tengi

  8. by johnson

    prova 2

  9. Uhm, analisi lucidissima, vecchio debosciato.
    Solo mi stupisco, e spero non sia così, tu ne abbia preso coscienza solo adesso.
    Rilassati: so’ tutte così, ‘ste adorabili stronze.
    E non puoi farci quasi un cazzo.
    Quasi.
    Perché puoi comunque farla scendere dalla macchina, meglio se in aperta campagna, fanculizzarla e andar via. Tranquillo: penserà che sei uno stronzo. Ergo: tornerà strisciante.
    Luoghi comuni? Po’ esse’. Peccato non aver ricevuto mai smentite in tal senso.

  10. …non è che per caso la Marisa era quella dalla scollatura generosa ???

    …ah…c’è sempre una Marisa ti troppo ;)

  11. by Carmelo

    Minchia stress… :-D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>