Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

Dammi una limetta che mi taglio le vene

2 luglio 2007 - Author: velenero - 11 commenti

RettoreQuel sabato mattina, stranamente, fu lei ad alzarsi per fare il caffè e portarmelo a letto (non farò mai l’abitudine a queste cose).

Mentre sorseggiavo dalla mia splendida tazza nera leggendo un libro, lei cominciò a frugare tra le mie cose.

Ufficialmente era per “mettere un po’ d’ordine”, ché se fosse per noi uomini vivremmo in un porcile… ufficiosamente era alla ricerca di qualcosa… non sapeva nemmeno lei cosa… un dettaglio, un particolare… un aspetto della mia personalità che le tenevo nascosto… sì, perché ogni donna è convinta che il proprio uomo le tenga nascosto qualcosa… e questa convinzione di solito si manifesta in maniera soft con la domanda:

A cosa stai pensando?

Ad un certo punto, tirò fuori da un cassetto una limetta per unghie.

“E questa cos’è?” chiese.

“Secondo te?” dissi senza staccare gli occhi dal libro. (in realtà facevo solo finta di leggere, osservavo con attenzione ogni suo movimento)

“Una limetta di qualche tua ex, che conservi come feticcio!” rispose.

“Sì, come no… e se guardi in fondo al cassetto c’è pure una sua ciocca di capelli!”

Per un attimo ebbi il dubbio che non avesse capito che stavo facendo del sarcasmo, così aggiunsi: “E’ mia, scemotta!” (mai dare della scema ad una donna, meglio scemotta… sembra meno offensivo)

“Ma dai… – disse lei – … non pensavo fossi il tipo d’uomo che si fa il manicure…”

“Mia nonna sostiene che le mani sono il biglietto da visita di una persona, uomo o donna che sia…”

“Io non perderei mai tutto quel tempo a giocare con le limette, le forbicine, ecc. ecc.” disse scuotendo la testa.

“…ma tu cosa usi per il manicure?” chiesi con preoccupazione.

“I denti.”

“Ehm… se mai dovessi portarti a conoscere i miei parenti, ricordami di non presentarti mia nonna.”

(Grazie a lei per il titolo)

Categories: storielline zen

Discussion (11 commenti)

  1. by feowyn

    io nn sn una patita della manicure ma proprio i denti mi sembra esagerato… ;)

  2. Spero per te tu non l’abbia presentata…

  3. Una che si mangia le unghie mi mette un certo imbarazzo…

    Come puoi restare tranquillo davanti ad una donna che rosicchia parti del corpo che crescono?

  4. by Ed

    eh già, Cape…metti che le venga di rosicchiarti qualcos’altro..

  5. by Fanny

    Non male questa signorina. La salva il caffè a letto. Sono di passaggio. Un saluto

  6. by S.

    Ultimamente, tra contest, maledizioni e suggerimenti, figuro più sul tuo blog che sul mio.
    farò richiesta di figurare come socia di minoranza…

  7. by milla

    Non immagini nemmeno cosa si possa capire di un uomo “mettendo in ordine” :P

  8. by Dblk

    Speriamo che usi almeno uno smalto viola per rimediare! ;) Ciao, Dblk

  9. by *rain*

    Tristemente, sono come la signorina in questione. E non credete che non ci abbia provato,a smettere. Quando addirittura ci sono riuscita per un paio di mesi,adoravo le mie mani,erano splendide…ma tant’è.
    Interessantissimo il particolare della scemotta: prendo nota,la prossima volta che mi danno della “stupidina” parto con il ceffone,allora?

  10. @feowyn: vedo che la pensiamo allo stesso modo…

    @JD: certo che no, è impazzita prima che ce ne fosse l’occasione… come tutte le altre.

    @cape e Ed: ha ragione Max, ormai possiamo ufficialmente considerarci il club dei vecchi porci…

    @Fanny: il caffè a letto è stato il sale del nostro rapporto… :)

    @S.: eccoti accontentata! ;)

    @milla: lo so benissimo, infatti ho sempre osservato con molto interesse le donne che mettevano in ordine in casa mia… (a cominciare da mia madre)

    @Dblk: non che fine abbia fatto la tipa… ma dubito che si dipinga le unghie di viola…

    @rain: ricordami che non devo presentare mia nonna neanche a te… circa lo “stupidina”: niente ceffone… devi premiare il fatto che non ti si dica un crudo “STUPIDA!” e si usi una forma dolce…

  11. by babelez

    per il titolo era più appropriato: dammi una limetta che ti mordo le vene! non me ne voglia la signorina S!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>