Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

Faccia di libro

13 maggio 2008 - Author: velenero - 11 commenti

Non ho problemi a dichiarare di essere uno strenuo difensore di MySpace…

E’ vero, l’interfaccia grafica fa cacare, ha tantissimi difetti tecnici, ma è il modo più facile ed immediato per conoscere musica nuova e particolare (qui la mia ultima scoperta).

Ciò che invece non capisco, è l’utilità di Facebook…

Di recente, su FaceBook, sono stato "comprato" da un amico e dovevo cliccare un link per sapere quant’ero stato valutato; sono stato invitato a calcolare il giorno in cui mi sposerò, a scoprire che tipo di drink / puffo / droga io sia, ad abbracciare la causa "Basta Berlusconi!", ad usare le imprescindibili SuperWall e FunWall…

Ora, mi chiedo… ma al mondo c’è davvero così tanta gente che non ha proprio un cazzo di meglio da fare?

Categories: criptico, misteri

Discussion (11 commenti)

  1. by Asended

    Io con facebook ci ho ritrovato un po’ di compagni di classe del liceo e dell’università. E per il resto ho tipo una sessantina di vampire request & simili che ignoro bellamente.
    Non è il mezzo, è chi lo usa.

  2. by alex

    io non so cosa sia facebook :D

  3. by alex

    però bravo il gruppo che segnali.
    interessante…

  4. nonostante la notte insonne, continuo a fidarmi dei tuoi gusti musicali e vado ad ascoltarmi questo gruppo scrauso su maispèis.
    reclamo il podcast di ieri sera e ricorda: IO SONO L’ANTICHRISTOOOOOO!
    (ok basta, me ne vado)

  5. @Asended: pensa che io invece ho fatto i salti mortali per far perdere le mie tracce ai miei ex compagni di scuola… :)

    @alex: sei veeeeeeeeeecchio!

    @occhidaorientale: il podcast è online! :)

  6. by alex

    macché vecchio…è che, come dici giustamente tu, ho un sacco di cose da fare e non ho tempo da perdere…e soprattutto mi spaventano moltissimo questi siti che quando ci caschi dentro cominci a perdere peso, identità e relazioni sociali umane. fra l’altro, ho provato a cercarlo, dopo questa tua segnalazione, ma il tutto appare molto insipido…e non sono iscritto…ecco, dovrei iscrivermi a qualcosa per scoprire se poi mi interessa davvero farne parte? dov’è la logica in tutto ciò? lo so io, lo so…alla fine saremo tutti schedati e internet diventerà un luogo malsano e maleolente…fuggiamone, mentre siamo ancora in tempo!!!! anatemaaaaaaa

  7. by Asended

    @velenero anche io ho fatto i salti mortali per perderli, ma rivederli oggi con molti molti meno capelli di me semplicemente non ha prezzo.

  8. by Blue

    Io ho fatto il salti mortali per perdere certa gente e ora me la ritrovo su facebook. La tecnonogia 2.0 è un boomerang?

    Blue’s coming back!

  9. by Pippo Franco

    Faccia di libro non è senza senso, è semplicemente un altro mezzo per farsi i cazzi degli altri…e sembra funzioni!Meglio starne fuori…

  10. by pappagallo_cenerino

    è inutile continuare a parlarne. La forza di facebook sta proprio in questo: potersi fare tutti gli emeriti C***I degli altri! Sembra difficile da capire, ma su facebook la gente si espone tantissimo, più di quanto si creda… si danno informazioni, si lascia capire quello che si è davvero, non è come una chat dove ci si può spacciare per chicchessia. Su facebook, si combatte solo ed esclusivamente con le proprie armi. e gli altri lo sanno.
    io, proprio per questo, lo adoro.
    Salve a tutti.

  11. by Federico

    Salve, Velenero,
    la prima volta che sentii parlare di faccia di libro, fu per strada, da due sconosciute, circa due anni fa. Mi chiedevo cosa fosse questo innominabile. Poi, mio fratello, pure lui deciso resistente a questa insulsa moda, mi ha spiegato il significato di questo ennesimo fenomeno di massa, in cui quasi tutti si buttano a capofitto, senza vagliare a fondo le spiacevoli conseguenze che potrebbero venirne fuori. Notizia di questi giorni è il rischio di furto di identità. Il tutto in barba alla privacy. Sono giunte testimonianze -da confermare, ovviamente- anche della difficoltà di eliminare la propria iscrizione da faccia di libro. Premesso che le leggi di riferimento per l’utilizzo di faccia di libro sono quelle statunitensi, voglio sfidare i malcapitati a fare reclami o cause legali per un comportamento non proprio trasparente di questo “mostro” mangia privacy.
    Inoltre, come si deduce dal discorso di “Blue”, ti ritrovi gente che proprio non hai piacere di “rivedere”. Infine, è una cosa strettamente personale, fuggo dalle mode del momento che ritengo semplicemente stolte, ad uso, abuso e consumo delle masse.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>