Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

Tutti comunisti col culo della Mondadori

5 aprile 2011 - Author: velenero

Uno dei grandi problemi in Italia è che c’è troppa gente che potrebbe permettersi di dire “Io i soldi da quello là non li prendo!”, ma non si fa alcun problema a prendere i soldi da quello là.

Penso a un Eugenio Scalfari o un Paolo Pietrangeli (non cito Saviano di proposito, perché lo citano tutti) che quando gli si fa notare la propria incoerenza rispondono in maniera vaga…

Uno dei casi più belli è quello di Francesco Bianconi, che di recente ha pubblicato un libro per Mondadori… (e non metto il link di proposito…)

Su YouTube circola ancora una sua intervista in cui si diceva preoccupato per la carenza di democrazia in Italia e dichiarava di essere pronto a lasciare il paese… classica sparata che fanno quelli che poi “sputano nel Berlusconi in cui mangiano…”

The video cannot be shown at the moment. Please try again later.

Sono sicuro che, se qualcuno ricordasse a Bianconi quell’intervista, lui biascicherebbe qualcosa tipo “Sì, io sono di sinistra, ma sono moderno… mica un relitto filo-sovietico come te…”

Come se poi il problema fosse l’essere di sinistra o destra, oppure l’essere “moderni” o “antichi”.

Il problema è che se ti fa schifo ciò che è diventata l’Italia, i soldi da quello là non li prendi… altrimenti sei suo complice, senza se e senza ma…

… e la cosa mi dispiace, perché io Bianconi l’ho stimato tanto…

Sono sicuro che con questo post farò incazzare tanti fan di Bianconi, che potranno andare a sistemarsi nella sala d’aspetto per andare affanculo, insieme ai fan di Vasco Rossi e Valentino “faccia-di-cazzo” Rossi…

7 commenti - Categories: civitas, costumi, personaggi

Peel me

9 ottobre 2010 - Author: velenero

Dopo aver fatto incazzare i fan di Vasco Rossi e Valentino Rossi, avrei potuto comodamente proseguire con i fan di un altro Rossi e invece a me piace puntare sempre più in alto…

Su segnalazione di Fran, pubblico una foto in cui finalmente si capisce dove voleva andare a parare la ricerca estetica di Bono degli U2.

Sono sicuro che dal vivo farà sicuramente Peel me, la cover in inglese di Sbucciami.

1 commento - Categories: grandi riflessioni, personaggi

L’inglese (ma non) per tutti

30 giugno 2010 - Author: ironic

Leggo di un mancato scherzo della trasmissione “Le Iene” versione brasiliana, al nostro Presidente del Consiglio S. Berlusconi (specifico il nome a imperitura memoria, casomai qualcuno ne prendera’ il posto nei prossimi anni).
Puntuale come solo Repubblica.it sa fare quando si tratta di smerdare SB, e’ disponibile sul sito del quotidiano, il video a testimonianza dell’accaduto, dal quale pero’ si deduce facilmente, che lo scherzo non avrebbe mai potuto funzionare perche’ la “iena” si rivolge al pres-del-cons in inglese…Ora noi sappiamo che SB l’inglese me lo parla cosi:

Ora, immaginatevi SB che sente ‘sta tizia, si rivolge alla guardia del corpo e guardandolo con la faccia dell’italiano in visita a Pechino che tenta di ordinare in cinese un piatto di spaghetti al pesto, gli fa: “Ue’! Ma chi cazzo e’ sto ghift!”

Nessun commento - Categories: costumi, personaggi, varie

Il paradiso delle lavatrici

6 gennaio 2009 - Author: velenero

E’ morto Mario Magnotta.

Lui era un fenomeno di internet ancor prima che inventassero internet.

C’è un aneddoto su di lui che ricordo con molta tenerezza…

Il mio amico Federico Sfascia voleva Magnotta per un cameo nel suo primo (divertentissimo) lungometraggio, Beauty Full Beast.
Lo contattò, Magnotta accettò e Federico andò da lui con la troupe e le attrezzature.

Gli disse cosa doveva fare, si trattava di un paio di battute facili facili…

…ma ebbe una triste sorpresa: Magnotta era totalmente incapace di recitare, come Tom Cruise.

Alla fine lo Sfascia rinunciò, ma usò il girato in cui compariva Magnotta come extra nel dvd del film.

Sono sicuro che il buon Mario adesso è un posto migliore, dove nessuno cerca più di vendergli lavatrici…

2 commenti - Categories: feticci, memorie, personaggi

A questo punto ti dirò (cosa ne penso io al riguardo)

14 luglio 2008 - Author: velenero

Troppa gente è convinta che dal Salento arrivino solo il Negramaro e i Negramaro.

Fortuna che ci sono (o c’è?) Il Genio, duo composto da Alessandra Contini e Gianluca De Rubertis, salentini trapiantati al nord, con una spiccata indole alla creazione di brani elettropop, che ti entrano in testa e non ne escono più.

Certa blogosfera li accomuna erroneamente ai Baustelle…  forse per le suggestioni anni 70 o per gli ammiccamenti a Serge Gainsbourg, ma è più un paragone di testa che una vera similitudine nel sound.

Tanto per cambiare, li ho scoperti su Myspace qualche mese fa ed è stato amore al primo ascolto: vedere un loro concerto era diventata una priorità, un po’ come aspettarli al varco per capire quanto funzionassero dal vivo (grande problema di diverse band italiane e non…)

La prova l’hanno superata splendidamente, riuscendo a coinvolgere un pubblico inizialmente perplesso, grazie ad una scaletta dei brani purtroppo breve (hanno solo un album all’attivo), ma ben calibrata.

Se tutto va come previsto, li avrò ospiti in settembre, quando ricomincerà Aladar. Nell’attesa, consiglio di spulciare nella lista dei loro prossimi spettacoli se c’è una data in qualche posto a voi vicino, ne resterete deliziati (soprattutto se Alessandra ha gli shorts che aveva ieri sera… coff…)

Piccola postilla: da circa un mese è in circolazione un disco tributo ai Diaframma intitolato Il Dono, a cui, oltre ai Marlene Kunz, Tre Allegri Ragazzi Morti, ecc., ha partecipato anche Il Genio.

3 commenti - Categories: incontri, personaggi, scaffali