Menu

Autista

Vendi la tua anima ad Aladar FFM:

MEEZ

Meez 3D avatar avatars games

Categorie

Archivio

Contatori

© 2012 BlogName - All rights reserved.

Firstyme WordPress Theme.
Designed by Charlie Asemota.

La legge di Murphy

14 gennaio 2006 - Author: velenero - 7 commenti

murphyIl 13 febbraio prossimo venturo realizzerò un sogno che mi porto dalladolescenza: andare a vedere un concerto dei Bauhaus…

Diciamo che già in parte lavevo realizzato questestate, andando ad un concerto solista di Peter Murphy.

Strano personaggio Peter Murphy… dopo lo scioglimento del gruppo nella prima metà degli anni 80, ha intrapreso una carriera solista fatta di oneste canzoni pop, senza però mai raggiungere le vette di popolarità del suo periodo new wave.

Il problema è che nonostante la sua voglia di lasciarsi il passato alle spalle, la sua voce, la sua figura sono indelebilmente tatuate nellimmaginario goth mondiale… che poi, di goth i Bauhaus non è che avessero molto… certo, hanno cavalcato londa… e Bela Lugosi, e Dark Entries, e la partecipazione a The Hunger di Tony Scott… ma penso che il goth sia qualcosaltro, sicuramente meno importante della musica dei Bauhaus…

Questestate, al concerto organizzato dal Decadence di Bologna, il popolo dark di mezza Italia si era dato appuntamento per un rito di adorazione di massa… tutti vestiti di nero, accessori fetish e capelli sparati in aria, si sono trovati davanti ad un signore biondo, con una camicia coloratissima, che cantava canzoni che nessuno conosceva… tutti ondeggiavano goffamente a tempo di musica, sperando in cuor loro di sentire almeno a fine concerto qualche canzone dei Bauhaus…

Murphy, da vero professionista, ha cantato solo le sue canzoni, lasciando i gotici a bocca asciutta, contenti però di essere stati a pochi metri di distanza dal loro idolo.

Spero che al concerto di Milano, Murphy e soci, dimostrino la stessa professionalità, evitando accuratamente di giocare la carta della nostalgia e del revival degli anni 80 che tanto va di moda ultimamente… e che mi irrita parecchio… perché quando in tempi non sospetti elencavo le tante cose belle prodotte negli anni 80, tutti mi prendevano per il culo e ora che è scoppiata la mania degli eighties, ci si ricorda solo del peggio e "quelli bravi" sono costretti a fare i funamboli di strada, facendosi lanciare addosso le monetine dai passanti incuriositi.

P.S.

Per una conoscenza del Peter Murphy solista, consiglio lo splendido Dust, un album realizzato in collaborazione con musicisti turchi, in cui le melodie pop inglesi si fondono con i suoni mistici che attraversano quel paese affascinante.

Categories: feticci

Discussion (7 commenti)

  1. Mancano anche a me i Bahaus; una canzone più allucinata di Stigmata Martyr la devo ancora ascoltare.Seguirò il tuo consiglio per quanto riguarda “Dust”.Ciao

  2. Poi fammi sapere che impressione ti ha fatto, Pak!

  3. Io invece ti chiedo un paio di mp3 in casella di posta di Dust se puoi, almeno mi faccio una idea.

  4. **PARTE ISTITUZIONALE**Ma non te l’ha detto nessuno che la diffusione di materiale coperto da coyright è illegale e perseguita a norma di legge? **FINE PARTE ISTITUZIONALE**(questa devo dirla per forza)Appena posso, ti mando qualcosa…

  5. Alice: i motorpsycho non li conosco.Vele: OK non posto da giovedì, ma una piccola sosta non posso prendermela?

  6. certo che puoi Pak! è che ci avevi lasciati dicendo che avresti guardato Fede… poi, il silenzio!Mi darai atto che, viste le premesse, era lecito preoccuparsi! :-D

  7. Sono sopravvissuto anche a questo …

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>